23 Nov

Voucher Digitalizzazione Puglia PMI 2017 – Approfittane!

Approfitta del voucher di € 10.000 per digitalizzare la tua azienda!

Il 24 ottobre 2017 è stato pubblicato, dal Ministero dello Sviluppo Economico, il regolamento del bando che permette alle imprese micro, piccole e medie di ricevere un voucher digitalizzazione del valore massimo di € 10.000.

Puoi presentare la tua domanda di richiesta a partire dalle ore 10.00 del 30/01/2018, fino alle ore 17.00 del 9/02/2018. La procedura informatica per compilare la domanda sarà accessibile già dal 15/01/2018.

A chi è rivolto

  • Micro, Piccola e Media Impresa indipendentemente dalla loro forma giuridica e dal regime contabile adottato;
  • Non essere sottoposte a procedura concorsuale, fallimento, liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo, ecc.
  • Non essere imprese la cui attività sia riconducibile a settori di produzione primaria di prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura;
  • Avere sede legale e/o unità locale attiva in Italia ed essere iscritte al Registro delle imprese; Non essere beneficiarie di altri contributi statali per l’acquisto degli stessi beni e servizi che si vuole acquistare con il Voucher;
  • Non essere soggette ad un ordine di recupero dichiarato dalla Commissione Europea per aiuti illegali.
Spese ammesse
  • L’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali;
  • L’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla modernizzazione dell’organizzazione del lavoro
  • L’acquisto di hardware, software, inclusi software specifici per la gestione delle transazioni on-line e per i sistemi di sicurezza della connessione di rete, e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati allo sviluppo di soluzioni di e-commerce;
  • Le spese per realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche, quali lavori di fornitura, posa, attestazione, collaudo dei cavi, e ai costi di dotazione e installazione degli apparati necessari alla connettività a banda larga e ultralarga;
  • Le spese relative all’acquisto e all’attivazione di decoder e parabole per il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare.
  • Affidati a Salento Factory!

    Noi di Salento Factory provvederemo in modo GRATUITO nella realizzazione (secondo le caratteristiche e requisiti richiesti) e presentazione della domanda.

    Contattaci allo 340 4869113 o info@salentofactory.com al più presto, le domande scadono a breve!

    22 Giu

    Online il primo portale italiano della corsa sociale

    Social Running

    E’ ARRIVATO SOCIAL RUNNING: CORRERE E’ BELLO, INSIEME DI PIU’!

    E’ nato Social Running, la prima piattaforma in Italia che permette di organizzare una corsa ed invitare i propri amici. Si fa tutto in pochi secondi, scegliendo la data, la location, la tipologia di percorso e di corsa, con la possibilità di inviare un messaggio a chiunque si desidera rendere partecipe dell’evento di running o camminata. Al termine della sessione di corsa tutti i partecipanti hanno la possibilità di inserire immagini e commenti, condividendo con gli altri runners le sensazioni ed i ricordi dell’esperienza vissuta insieme.

    Accedere al portale è facile e gratuito, si può creare un incontro per correre/camminare con le persone più vicine all’utente per area geografica o partecipare ad un appuntamento già esistente, unendosi al gruppo in un solo clic. Inoltre ogni utente ha un suo profilo e può decidere di seguire gli altri corridori sul portale e farsi seguire, rimanendo in questo modo sempre in contatto con tutti gli appassionati di running o con coloro che semplicemente amano organizzare una camminata. E’ presente, inoltre, un’area interamente dedicata alle news su alimentazione, allenamento e curiosità sul mondo della corsa.

    E’ una realtà tutta nuova, pensata per vivere in compagnia momenti di divertimento e di benessere; proprio come cita lo slogan, Correre è bello, insieme di più!.
    La piattaforma nasce dall’incontro di due web agency italiane (Arti Creative e Salento Factory), le quali hanno deciso di unire il proprio know how con l’obiettivo di creare un luogo virtuale che unisse i runners di qualunque età, dando loro la possibilità di organizzare momenti reali di condivisione sociale, nella propria città o nel posto in cui si preferisce.
    Non solo, gli utenti potranno incontrare con facilità le persone che possiedono la stessa passione per questo sport, uno dei più amati e praticati negli ultimi tempi (il numero di runners italiani è cresciuto in maniera esponenziale, si calcola che nel 2016 sono stati più di 6 milioni gli italiani che hanno praticato regolarmente questo sport, di cui il 52% uomini e il 48% donne). L’obiettivo dei creatori di Social Running infatti, è quello di realizzare una rete sociale, che da virtuale si converta in reale e pragmatica. Dopo una sessione di corsa o camminata, gli utenti restano in collegamento con i loro followers con messaggi, commenti e feedback, decidendo di organizzare altre sessioni per incontrarsi nuovamente. E’ uno strumento utile anche per chi arriva per la prima volta in una città, vorrebbe correre, ma non conosce esattamente il luogo in cui farlo: gli basterà accedere a Social Running ed attraverso il sistema di geolocalizzazione gli verranno suggeriti gli appuntamenti fissati nelle vicinanze. Non è una gara, una competizione, una sfida, ma una sessione di running che crea interazione sociale sul web e nella vita quotidiana.
    Che sia una corsa o una camminata, sull’asfalto, lungo un sentiero sterrato, le rive di un fiume o al mare… è bello correre, in compagnia ancora di più.
    Il sito è accessibile all’indirizzo www.socialrunning.it, per maggiori informazioni si può scrivere a info@socialrunning.it.

    Con orgoglio

    Il team di Social Running

    07 Mar

    Quale software e-commerce? I vantaggi di Prestashop

    Prestashop lecce

    I vantaggi di Prestashop

    Una semplificazione per chi si occupa di e-commerce, un CMS che, oltre a facilitare molte operazioni, permette di risparmiare tempo.

    Chi si sta occupando della realizzazione di un e-commerce a Lecce si porrà la domanda che l’avvio di una simile, intrigante eppur impegnativa avventura, suscita anche nel resto del mondo: quale CMS scelgo? Per i pochi neofiti in collegamento: il CMS altro non è che il Content Management System, ovvero quel software che, attraverso la sua installazione sul server, consente di gestire agevolmente i contenuti del proprio sito web, pure se si è dei webmaster in erba. In pratica, automatizza e arreca tranquillità.

    La predilezione di Prestashop
    Fra le piattaforme create all’occorrenza, senz’altro Prestashop ha le caratteristiche necessarie per trasformare i visitatori in acquirenti, valorizzare i prodotti in “vetrina” e soddisfare una serie di esigenze importanti dell’imprenditore telematico. Prima fra tutte, la semplicità d’utilizzo. Poiché un e-commerce è pieno di opzioni da amministrare, un sistema – peraltro in open source, quindi “democraticamente” aperto a tutti – in grado di racchiuderle in pochi comandi e il cui impiego non sia tortuoso, può solo risultare bene accetto a chiunque.

    Ulteriori prerogative
    Uno dei vantaggi principali di Prestashop è quello di disporre di ciò che occorre per la promozione dei prodotti presenti nel magazzino virtuale; quest’ultimo, poi, può essere organizzato a piacimento, con tanto di spedizioni e fatturazioni intestate, magari con un logo ad hoc. Oltretutto, è possibile programmare offerte mirate di alcuni articoli o di loro sottocategorie a tutta la clientela, oppure a una determinata fetta (per esempio, quella che compra più di frequente o preferisce un determinato genere) e/o in specifici periodi dell’anno. Insomma, un’adeguata comunicazione che tenga conto del target è alla base di un successo ragionato. Probabilmente è superfluo sottolineare che, sul piano estetico, l’aspetto del “negozio” su Internet è modificabile in qualsiasi momento; anzi, le personalizzazioni sono caldamente consigliate!

    Rapidità e “pronto soccorso”
    Le ultime due qualità di Prestashop su cui richiamare l’attenzione di coloro che sono proiettati verso la realizzazione di un e-commerce in Puglia, riguardano tempi di acquisizione del materiale e chiarimento di eventuali dubbi. La velocità di caricamento del sistema – parallelamente alla sicurezza dei dati inseriti – è un elemento importante, ma lo è parimenti l’aiuto della community quando si incontra qualche difficoltà: il forum, sempre attivo, si rivela in tali casi una risorsa non indifferente.

    Conoscevate già questo CMS?

    25 Nov

    Domini web: Nuove estensioni per il 2016!

    Hosting a Lecce

    Domini web, novità nel 2016.

    Il 2016 è ormai vicino e come ogni anno il mondo del web viene arricchito da nuove estensioni di dominio. Fino a qualche tempo fa le scelte erano abbastanza limitate e classiche – “.com, .it, .org, .biz” ecc – oggi con i nomi a dominio ci si può davvero sbizzarrire ed essere originali.

    Scegliere il nome del dominio per il proprio sito è un po’ come mettere l’insegna al negozio che si sta aprendo. Deve essere accattivante, semplice da dettare e facilmente comprensibile. L’estensione, cioè tutto quello che sta oltre il “punto”, ha altrettanta importanza. Più ne vengono create, maggiore è la probabilità di trovare disponibile un nome, possibilmente già inflazionato sui “.it” e “.com”. Cosa riserva il 2016? Ci saranno nuove estensioni che fanno gola anche a noi, fornitori di server e hosting a Lecce e in Puglia, appassionati e professionisti del web. Vediamo insieme quali! 

    .SRL
    Una novità che interessa l’Italia, nello specifico le aziende, è il “.srl”. Le “Società a responsabilità limitata” potranno essere presenti su internet con una definizione più specifica, un identificativo con cui comunicare ai naviganti con che tipo di impresa si relazionano. Il dominio che identifica le srl in realtà è già disponibile su alcuni register: Aruba, Register e 1&1.

    .BANK
    Il .bank è stato pensato, come immaginerai, per gli istituti bancari e simili (ad esempio le “banche del tempo”). Si tratta di un dominio di settore molto semplice da ricordare per gli utenti interessati.

    .NEWS
    Fra le nuove estensioni di dominio del 2016 anche il “.news”, di cui c’era sicuramente bisogno, vista la gran mole di siti e portali sull’informazione presenti sul web. Per informazione si può intendere di tutto, dalle notizie di cronaca a quelle sul cibo o sulla salute.

    .HOSTING
    Infine, il “.hosting” è un’estensione che potrebbe fare anche al caso nostro, in quanto rivenditori di server e hosting a Lecce e in Puglia. L’hosting è lo spazio occupato dai contenuti di un sito web, che senza un servizio del genere non potrebbe esistere. Anche questo dominio, molto settoriale, aiuta sia chi lo possiede che l’utente a dare un’identità specifica al sito.

    Vi sembrano utili le nuove estensioni di dominio? Ne suggerireste delle altre?

    04 Nov

    L’astroturfing, il caso Amazon e le recensioni

    Grafica Web Lecce

    False recensioni web, cos’è l’astroturfing?

    Il web – universo di conoscenza e business – non è immune da una pratica di marketing già nota negli anni ’80 col nome di “astroturfing”. Di cosa si tratta? Persone retribuite producono opinioni positive rispetto a un bene da commercializzare o altro, ad esempio un candidato alle elezioni politiche. Ciò, nel webmarketing, si trasforma in un esercito di falsi recensori, al lavoro per indurre i naviganti all’acquisto di un prodotto, o all’apprezzamento di un potenziale leader. E funziona!

    Gli e-commerce vivono di recensioni, perché oggi la rete è soprattutto condivisione di esperienze. L’opinione di un perfetto sconosciuto su un libro, un frullatore o la camera di un albergo, oggigiorno, vale più del parere di qualsiasi esperto accreditato. Lo sanno bene i possessori degli store on-line, così come i recensori e le agenzie web che praticano l’astroturfing.

     Influenzare per vendere
    Le false recensioni hanno un certo potere. L’astroturfing, anche in rete, influenza le intenzioni di acquisto degli utenti ed è applicato in tutti i settori, politica compresa. Gran parte delle “opinioni a pagamento” è richiesta per spingere la prenotazione di alberghi e pacchetti turistici, migliorare la reputazione di ristoranti, indurre all’acquisto di prodotti tecnologici e libri. La “Harvard Business School”, di recente, ha pubblicato uno studio secondo cui un ristorante o un albergo ben recensito, incrementa i suoi incassi dal 5 al 9%. Una percentuale notevole, se ci pensi. Al contrario, la cattiva reputazione sul web può condizionare in maniera negativa il fatturato.

    Chi sono gli influencer?
    Copywriter, pagati dai 4 ai 5 euro per ogni recensione falsa, o agenzie che si occupano di web marketing a Lecce, in Puglia e in qualsiasi altra parte del mondo. Il servizio è parte di pacchetti che includono la promozione di un prodotto o quella della reputazione on-line di un cliente. Gli influencer creano discussioni su forum e social – Twitter e Facebook i più quotati – e postano sui negozi on-line recensioni del tutto inventate, “rubando” spesso i nominativi di gente iscritta al social di Zuckerberg.

    Il caso Amazon
    È quello che è successo per le recensioni acquistate dal Sunday Times. La rivista inglese ha assoldato dei falsi recensori, per evidenziare quanto un colosso come Amazon non fosse immune dal business dell’astroturfing. Dopo aver creato il libro “Everything Bonsai”, di scarsa qualità e pieno di errori, ha comprato un pacchetto di recensioni false, alcune delle quali firmate con nomi tratti da profili Facebook. Grazie agli apprezzamenti a più stelle, in pochi giorni il libro è divenuto uno fra i più quotati sulla piattaforma. Il Sunday Times ha confessato tutto, affermando di aver investito solo 65 sterline e 3 giorni di lavoro. Amazon ha cancellato le “false testimonianze” e promesso algoritmi più ferrei per arginare il problema.

     Prima di acquistare on-line, leggi sempre le recensioni di un prodotto?

    02 Giu

    Nuova legge sui Cookies – Aggiornate il vostro sito!

    Legge sui cookies

    Da oggi 2 Giugno 2015, entrerà in vigore la Legge sui Cookies emanata dal Garante della Privacy.

    Vi consigliamo di leggere i seguenti articoli pubblicati sul sito del Garante della Privacy:
    http://www.garanteprivacy.it/cookie
    http://www.garanteprivacy.it/…/docweb-display/docweb/3585077

    Le sanzioni sono particolarmente salate, oscillano tra i 6.000 € e i 120.000 €.

    Questa legge può riguardare anche il vostro sito web qualora utilizzaste uno o più dei seguenti servizi:
    >Facebook Like
    >Google AdSense
    >Google PLUS – Pulsante ACCEDI
    >Pulsante +1
    >Addthis
    >Addthis – Pulsante
    >Twitter – Pulsante “Segui”
    >Twitter – Pulsante “Tweet”
    >Twitter – Timeline
    >Twitter – Menziona
    >Youtube – Lettore incorporato
    >Sharethis
    >Shinystat
    >Google Analytics
    >Cookies tecnici

    Vi consigliamo quindi di adeguare al più presto il vostro sito!

    ADEGUAMENTO COMPLETO – CONSIGLIATO
    In questo modo potrete mantenere i servizi sopra indicati.

    Gli interventi da attuare per adeguarsi alla normativa saranno:
    >Realizzazione Banner riportante Informativa Breve, link all’Informativa Estesa sui Cookies, possibilità per l’utente di accettare l’uso dei Cookies
    >Blocco dei cookies fino ad accettazione da parte dell’utente
    >Redazione ed inserimento nel sito di una opportuna Informativa Estesa sui Cookies
    >Test del sistema del banner / bloccaggio su vari dispositivi e browser

    Poiché i servizi sono inseriti in una logica più ampia di promozione online si consiglia caldamente di seguire questa strada.

    PER INFO E NOSTRI COSTI: info@salentofactory.com – cell: 340 4869113

    08 Feb

    Bit 2015 – Consigli su cosa mettere in valigia

    bit 2015

    Ci siamo quasi, mancano pochi giorni all’evento tanto atteso per gli operatori turistici di tutto il mondo, la Borsa del Turismo di Milano edizione 2015. La BIT, per il 2015, apre i battenti il 12 febbraio per chiudere il 14. Le aree tematiche principali della fiera quest’anno sono cinque la Mice World, Luxury World, Leisure World, Digital-Technology e Destination Sport. Insieme all’Expo, doppia occasione per Milano e L’italia per individuare tutti quei milioni di turisti che si recheranno nel nostro paese nei prossimi mesi. Numeri importanti per questa edizione, si parla di 2000 visitatori da oltre 70 paesi,  1500 Hosted buyer (+ 50% rispetto allo scorso anno) un + 60% di espositori italiani e 250 buyer italiani, tutti pronti a confrontarsi per rilanciare e promuovere l’offerta turistica del nostro Bel Paese.

    Read More

    05 Feb

    Blog sul turismo per web marketing

    web marketing hotel

    Iniziamo col dire quanto fa bene il web content marketing per tutte le pmi per farsi conoscere sul web, acquisire nuovi clienti e vendere. Ormai strumento di fondamentale importanza per creare dialogo, storytelling e conversioni (ROI). Ma basta il sito aziendale per tutto questo?

    Sicuramente no. Oltre ai ben noti canali social, uno degli strumenti da non trascurare sono proprio i blog, molto meglio se trattano argomenti affini alla vostra area tematica.

    Read More