Threads: Cos’è e qual è la differenza con Instagram e Twitter?

Cos'è threads

Cos’è Threads?

L’obiettivo principale di Threads, l’APP di Meta lanciata il 6 Luglio in tutto il mondo, ma presente in Italia solo dal 14 Dicembre 2023, è fornire uno spazio virtuale dove gli utenti possono esprimere liberamente le proprie idee, pensieri e opinioni in forma testuale. A differenza di Instagram, che si concentra prevalentemente sulla condivisione visiva attraverso immagini e video, Threads si focalizza maggiormente sul testo, offrendo così una dimensione comunicativa differente e più approfondita.

Threads, lanciata da Meta, la società madre di Instagram e Facebook, rappresenta un’innovativa evoluzione nel mondo dei social media, in particolare nel settore del microblogging. La piattaforma è progettata per integrarsi strettamente con Instagram, permettendo agli utenti di sfruttare le loro identità e reti esistenti su Instagram per arricchire la propria esperienza su Threads. Questa sinergia tra le due piattaforme mira a creare un ecosistema digitale più coeso e interconnesso.

La focalizzazione sul testo

Threads riempie una nicchia importante nel panorama dei social media, offrendo una piattaforma dove il testo gioca un ruolo centrale. Questo permette agli utenti di approfondire discussioni, esprimere opinioni complesse e condividere storie in un modo che va oltre la semplice condivisione di immagini. Il limite di 500 caratteri per post, superiore a quello di Twitter, offre maggiore flessibilità e spazio per esprimersi.

Integrazione con Instagram

L’integrazione con Instagram è uno degli aspetti più innovativi di Threads. Gli utenti possono utilizzare il proprio account Instagram per accedere a Threads, facilitando un processo di onboarding semplice e immediato. Questa integrazione significa anche che le attività su Threads possono essere facilmente condivise su Instagram, creando un ponte tra le due piattaforme e ampliando la portata dei contenuti.

L’Impatto sui modelli di comunicazione online

Threads potrebbe cambiare significativamente il modo in cui le persone comunicano online. Fornendo uno spazio dedicato al testo, incoraggia una comunicazione più riflessiva e profonda. Questo potrebbe attrarre un pubblico diverso da quello di Instagram, inclusi coloro che preferiscono esprimersi attraverso la scrittura piuttosto che attraverso immagini o video.

Potenziale per discussioni pubbliche

La piattaforma si presta in modo particolare a ospitare discussioni pubbliche su vari argomenti. Questo potrebbe includere tutto, dalla politica all’arte, dalla scienza alla cultura pop. Gli utenti possono avviare thread su argomenti di loro interesse, invitando altri a partecipare alla conversazione. Questa funzionalità rende Threads una piattaforma potenzialmente potente per la formazione dell’opinione pubblica e la diffusione di idee.

Quali sono le caratteristiche di Threads?

Threads si afferma come una piattaforma di microblogging distintiva, combinando varie funzionalità per offrire un’esperienza utente unica e personalizzata. Ecco una disamina dettagliata delle sue principali caratteristiche e funzioni:

1. Post e condivisione di contenuti

La caratteristica principale di Threads è la possibilità per gli utenti di scrivere post fino a 500 caratteri. Questo limite di caratteri supera notevolmente quello di Twitter, che è di 280 caratteri. Questa maggiore capacità di caratteri permette agli utenti di esprimersi in modo più ampio e dettagliato. Oltre al testo, è possibile includere nelle pubblicazioni immagini, link e video fino a 5 minuti, offrendo così una ricca varietà di modi per condividere esperienze, idee e informazioni. Inoltre, la funzionalità di condividere i post di Threads direttamente sulle storie di Instagram crea un ponte tra le due piattaforme, ampliando la portata e l’interazione con il pubblico.

2. Personalizzazione del Feed

Threads mette a disposizione degli utenti diversi strumenti per personalizzare i contenuti visualizzati nel loro feed. Una delle funzioni più innovative è l’aggiunta di “parole nascoste”, che permette agli utenti di filtrare le risposte ai propri post, bloccando specifiche parole o frasi. Questo meccanismo di moderazione offre un maggiore controllo sull’ambiente sociale e sulle interazioni all’interno della piattaforma, migliorando l’esperienza dell’utente e riducendo la possibilità di incontrare contenuti indesiderati o offensivi.

3. Integrazione con Instagram

L’integrazione di Threads con Instagram rappresenta una delle sue caratteristiche più distintive. Per creare un account su Threads, gli utenti devono utilizzare le loro credenziali di Instagram. Questo significa che il nome utente, l’immagine del profilo e altre informazioni vengono importate direttamente da Instagram, facilitando l’accesso e la continuità tra le due piattaforme. Inoltre, se un utente blocca qualcuno su Instagram, quella persona viene automaticamente bloccata anche su Threads, mostrando una sincronizzazione e coerenza tra le due piattaforme.

4. Privacy e controllo dell’account

Threads offre agli utenti la possibilità di scegliere tra un profilo pubblico o privato, fornendo così opzioni flessibili per la gestione della privacy. Con un profilo pubblico, chiunque, sia all’interno che all’esterno della piattaforma, può vedere, condividere e interagire con i contenuti. Invece, con un profilo privato, solo i follower approvati possono visualizzare e interagire con i contenuti, offrendo agli utenti un maggiore controllo sulla loro privacy e sull’esposizione dei loro post.

5. Navigazione e interazione

L’interfaccia utente di Threads è intuitiva e ben organizzata, divisa in diverse sezioni per facilitare la navigazione e l’interazione. La sezione home è dove gli utenti possono visualizzare i post degli utenti che seguono e quelli suggeriti dalla piattaforma. C’è anche una sezione dedicata alla creazione di nuovi thread, permettendo agli utenti di avviare conversazioni e condividere pensieri. Infine, la tab di ricerca consente di scoprire nuovi contenuti e utenti, arricchendo l’esperienza sociale e la scoperta di nuovi interessi e comunità.

In sintesi, Threads si rivela una piattaforma versatile e ricca di funzionalità, che pone un forte accento sulla personalizzazione, la privacy e l’interazione sociale. Con la sua integrazione con Instagram e l’enfasi sul testo, Threads offre un’esperienza unica nel panorama dei social media, adatta sia agli utenti che desiderano esprimersi liberamente sia a coloro che cercano una piattaforma per connettersi e interagire in modo più significativo.

Quali sono le differenze tra Threads e Twitter?

Threads e Twitter sono entrambi piattaforme di microblogging, ma presentano alcune differenze sostanziali che influenzano l’esperienza dell’utente e il tipo di interazione che si può avere su ciascuna piattaforma. Queste le differenze sostanziali tra Threads e Twitter:

1. Limite di caratteri

  • Threads: Consente post fino a 500 caratteri, offrendo agli utenti più spazio per esprimere pensieri e idee in modo più dettagliato.
  • Twitter: Ha un limite di 280 caratteri per tweet, che spinge gli utenti a essere più concisi nei loro messaggi.

2. Integrazione con altre piattaforme

  • Threads: È strettamente integrata con Instagram, consentendo agli utenti di usare le loro credenziali Instagram per accedere e di condividere facilmente i contenuti tra le due piattaforme.
  • Twitter: Funziona come una piattaforma indipendente e non ha un’integrazione diretta con Instagram o altre piattaforme di Meta.

3. Focus sui contenuti

  • Threads: È progettata per incoraggiare discussioni basate sul testo, pur consentendo l’inserimento di immagini, video e link.
  • Twitter: Anche se permette di allegare immagini, video e link, è principalmente conosciuta per i suoi brevi aggiornamenti testuali e per essere un forum per notizie e discussioni in tempo reale.

4. Personalizzazione del Feed e moderazione

  • Threads: Offre strumenti avanzati di personalizzazione del feed, come l’aggiunta di parole nascoste per filtrare le risposte.
  • Twitter: Ha funzionalità di moderazione e filtraggio, ma non nella stessa misura di Threads per quanto riguarda la personalizzazione basata su parole chiave.

5. Privacy e controllo dell’account

  • Threads: Consente agli utenti di scegliere tra un profilo pubblico e uno privato, con maggior controllo sulla privacy e chi può vedere o interagire con i loro post.
  • Twitter: Offre anche profili pubblici e privati, ma la dinamica di interazione e visibilità è leggermente diversa rispetto a Threads.

6. Interoperabilità con altri social network

  • Threads: Ha piani per diventare interoperabile con altre piattaforme che supportano il protocollo ActivityPub, come WordPress e Mastodon.
  • Twitter: Non ha attualmente previsto una simile interoperabilità con altre piattaforme di social media.

7. Orientamento dell’utente

  • Threads: Potrebbe attirare un pubblico che è già attivo su Instagram e che cerca un’esperienza di microblogging più focalizzata sul testo.
  • Twitter: È popolare tra un’ampia varietà di utenti, inclusi politici, celebrità, giornalisti e attivisti, ed è noto per il suo ruolo nei dibattiti pubblici e nelle notizie in tempo reale.

Qual’è la differenza tra Threads e Instagram?

Threads e Instagram hanno scopi e funzionalità distinti che le rendono uniche. Ecco alcune delle differenze tra Threads e Instagram sostanziali:

1. Focus sui contenuti

  • Instagram: Principalmente orientato alla condivisione di foto e video. Gli utenti utilizzano Instagram per postare immagini, storie e video, spesso accompagnati da brevi didascalie o hashtag.
  • Threads: Si concentra maggiormente sui contenuti testuali, consentendo agli utenti di scrivere post fino a 500 caratteri, oltre alla possibilità di includere immagini, link e video. Questo la rende più adatta per discussioni approfondite e condivisione di idee.

2. Integrazione e interoperabilità

  • Instagram: Funziona come una piattaforma indipendente, sebbene offra la possibilità di condividere post e storie su altre piattaforme come Facebook.
  • Threads: È strettamente integrata con Instagram, consentendo agli utenti di accedere tramite le loro credenziali Instagram e di condividere facilmente i contenuti tra le due piattaforme.

3. Interfaccia utente e esperienza

  • Instagram: Ha un’interfaccia utente visivamente ricca, con un’enfasi sui feed di immagini e video, storie, e la sezione Esplora per scoprire nuovi contenuti.
  • Threads: Pur offrendo un’interfaccia utente intuitiva, si focalizza più sul testo e sulle discussioni, con funzionalità come la personalizzazione del feed e l’aggiunta di parole nascoste per filtrare le risposte.

4. Privacy e controllo dell’account

  • Instagram: Offre opzioni per profili pubblici e privati, con un controllo limitato su chi può visualizzare e interagire con i post.
  • Threads: Consente una maggiore personalizzazione delle impostazioni di privacy, inclusa la possibilità di scegliere tra un profilo pubblico e uno privato, e di filtrare le interazioni.

5. Pubblico e utilizzo

  • Instagram: È popolare tra un vasto pubblico per la condivisione di momenti personali, promozione di brand e prodotti, e storytelling visivo.
  • Threads: Potrebbe attrarre un pubblico che preferisce la comunicazione basata sul testo, incluse discussioni e dibattiti su vari argomenti.

6. Funzionalità di social networking

  • Instagram: Ha funzionalità come i commenti, i Mi piace, le storie temporanee, IGTV per video più lunghi, e Reels per contenuti brevi e dinamici.
  • Threads: Si concentra più sulla creazione di thread di discussione e offre strumenti per una comunicazione testuale più approfondita.

In sintesi, mentre Instagram è una piattaforma focalizzata sulla condivisione visiva e sull’interazione sociale tramite immagini e video, Threads si distingue per il suo focus sui contenuti testuali, offrendo un ambiente più adatto per la discussione e la condivisione di idee in formato testuale.

Ma funzionerà e verrà utilizzata Threads?

La possibilità che Threads diventi un social network di successo dipende da vari fattori, che possono essere analizzati considerando le tendenze correnti dei social media e le esigenze degli utenti e l’utilizzo dei social stessi:

  1. Integrazione con Instagram: La stretta integrazione con Instagram potrebbe essere un vantaggio significativo per Threads. Gli utenti di Instagram potrebbero trovare conveniente usare Threads per discussioni più approfondite, sfruttando la rete esistente e la familiarità con l’interfaccia di Instagram.
  2. Focus sul contenuto testuale: La tendenza attuale nei social media vede un forte interesse per i contenuti visivi, ma c’è ancora un segmento di utenti che preferisce la comunicazione basata sul testo. Threads potrebbe attrarre questo pubblico, in particolare quelli interessati a discussioni più dettagliate e riflessive.
  3. Moderazione e controllo della privacy: Le funzionalità avanzate di moderazione e controllo della privacy potrebbero attrarre utenti che cercano un’esperienza più controllata e sicura sui social media, un aspetto sempre più rilevante in un’era di crescenti preoccupazioni sulla privacy e sulle fake news.
  4. Interoperabilità: La pianificata interoperabilità con altre piattaforme tramite ActivityPub potrebbe essere un punto di forza, permettendo a Threads di raggiungere un pubblico più ampio e diversificato.
  5. Competizione con altre piattaforme: Threads entra in un mercato già saturo e dominato da piattaforme consolidate come Twitter e lo stesso Instagram. La sua capacità di distinguersi e offrire qualcosa di unico sarà cruciale per il suo successo.
  6. Adattabilità e innovazione: La capacità di Threads di adattarsi rapidamente alle esigenze e ai feedback degli utenti e di innovare costantemente sarà fondamentale per mantenere l’interesse e l’engagement degli utenti.

Andamento ad oggi di Threads

A detta dello stesso Mark Zuckerberg (il CEO di Meta) in tre settimane dal lancio oltre la metà degli utenti ha abbandonato l’App. Analizzando i dati di Agosto 2023, il numero degli utenti di Threads è ancora diminuita, con un calo del 79% rispetto al picco massimo toccato. La piattaforma conta ad oggi circa 10,3 milioni di utenti attivi giornalieri con più di 1000 milioni di utenti iscritti.

Threads farà astessa fine di Twitter o lo sostituirà?

E’ ancora presto però per capire se la nuova piattaforma avrà successo come quello avuto, a suo tempo, da Twitter.

Di certo possiamo dire che con la discesa costante e impietosa di Twitter che, da quando in mano a Elon Musk, è stato oggetto di profonde azioni di trasformazione come, ad esempio:

  • La “riqualificazione delle idee di sinistra (come bannare il termine “cisgender”)
  • La mancanza di una vera moderazione sui post (grazie al licenziamento di gran parte del team di moderazione dei contenuti). Questo lo ha fatto diventare un social “non più credibile” favorendo la creazione di un ambiente incline alla diffusione di contenuti dannosi e fuorvianti. Gli utenti, infatti, hanno segnalato un aumento delle attività di trolling
  • Dalle campagne di disinformazione e della diffusione di contenuti offensivi
  • Dall’eliminazione delle spunte blu di verifica (esclusiva solo degli abbonati)

Tutte queste trasformazioni hanno reso Twitter un social con sempre meno appeal aumentando il disinteresse da parte degli inserzionisti riducendone gli investimenti sulla piattaforma. Le entrate di Twitter, infatti, sono diminuite del 40% nei primi mesi successivi all’acquisizione da parte di Musk, creando una situazione economica non promettente.
L’impatto negativo di questo declino è evidente anche nel coinvolgimento degli stessi utenti. Secondo un’analisi condotta da Huge, un’azienda di consulenza e crescita nel settore tech, l’engagement di Elon Musk su Twitter ha raggiunto il picco nelle settimane successive all’acquisizione, ma ha continuato a diminuire da allora. Basta dire che il valore Twitter è crollato di quasi due terzi, passando da una quotazione di 44 miliardi di dollari a una di appena 14,75 miliardi.

Threads è di base un Twitter con in più la connessione a Instagram, un’integrazione che consente di non creare un profilo da zero, ma semplicemente utilizzare quello già esistente sull’altra piattaforma. Come abbiamo scritto, ad oggi i numeri non sono a favore neanche di Threads ma considerando i punti di forza e caratteristiche uniche che potrebbero attrarre gli utenti, il suo successo potrà dipendere da come risponderà alle esigenze del mercato, dalla sua capacità di distinguersi in un campo affollato e di mantenere l’interesse degli utenti nel tempo e… da quanta pubblicità ci sarà dentro!

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *